Vai al contenuto

Come montare correttamente un dissipatore a liquido AIO

Come montare correttamente un dissipatore a liquido AIO

Dissipare il calore generato dalla CPU è essenziale per un corretto funzionamento del computer. Abbassare il più possibile i gradi prodotti dalla chiusura ed apertura dei contatti interni al microprocessore farà aumentare notevolmente la vita di quest’ultimo e di tutti i componenti ad esso vicini. Anche se sei un esperto di informatica, pare scontato che tu voglia preservare il tuo hardware e seppur la domanda “come montare correttamente un dissipatore a liquido AIO” ti paia banale, starai seguendo le giuste strategie?

Iniziamo con l’applicazione della pasta termica: Sapevi che la migliore applicazione di quest’ultima, sia per processori Intel che AMD, è creare 3 linee parallele sul dorso della CPU? Se sei abituato alla classica “punta centrale” cambia assolutamente metodo, in quanto la pasta termica non riuscirà ad arrivare ai 4 lati estremi del processore. Per quanto riguarda il “quadrato con punta” o la forma ad “X”, non rappresentano la migliore dissipazione, in quanto la pasta termica non viene stesa uniformemente. Inizia quindi a smontare il tuo dissipatore ad aria o liquido ed iniziamo a sistemarlo per bene! Inizia a togliere qualsiasi granello di polvere tramite una bomboletta d’aria compressa spray o tramite un PC cleaner. Quando tutto splenderà, smonta il dissipatore a liquido o ad aria e pulisci i blocco di dissipazione in rame con alcol isopropilico in spray. Non applicare il prodotto direttamente sul componente, ma utilizza del classico cotone imbevuto per asportare tutti i residui di pasta termica. A questo punto applica una linea centrale sul dorso del processore con una buona pasta termica e ripeti l’operazione creandone altre 2 nei lati superiori ed inferiori. Sii il più simmetrico possibile ed utilizza un’adeguata quantità di pasta termica in modo che non sbordi. Completa il fissaggio del blocco di dissipazione ad aria e, in caso di un dissipatore a liquido AIO, seguimi per un corretto montaggio del radiatore.

Se hai già provveduto a montare il tuo dissipatore a liquido AIO sul fondo del case, armati di cacciavite per smontarlo immediatamente e scegliere assieme a me una posizione nettamente migliore. Questo perché il liquido refrigerante contenuto all’interno del circuito di dissipazione non riuscirà ad essere pescato dalla pompa posta sopra al waterblock. In questo modo avrai effettuato il peggior posizionamento del dissipatore e la tua CPU soffrirà terribilmente. Dove montare quindi un dissipatore a liquido AIO e come poter ottenere una buona dissipazione? Il posto migliore dove poter fissare il radiatore è sopra alla scheda madre, sul TOP per intenderci. Sarà indifferente se farai scendere i tubi da sinistra o destra, l’importante è che non tocchino mai il backplate della scheda video e non diano fastidio all’airflow delle memorie RAM. Se invece hai deciso di montare il radiatore su una della parte frontale o posteriore del case, stai bene attento a come posizioni i tubi!

Solitamente  i case più comuni offrono un alloggio per radiatori da 120 mm sul retro del case e da 120 / 240 mm sul fronte. In entrambi i casi, anche se ti parrà banale, stai attento a come monterai il radiatore! Montare correttamente un dissipatore a liquido AIO posizionando gli allacci delle tubazioni nella giusta direzione, sarà la base per tenere fresco il microprocessore. Posizionando infatti gli allacci delle tubazioni verso l’alto, farai in modo che tutto il circuito di dissipazione presente nel radiatore si riempia di liquido bello fresco lasciando in alto l’aria! Considera che il liquido circola grazie ad una pompa che pesca refrigerante da un tubo, dissipa la CPU e rispedisce liquido caldo al secondo tubo. Tieni presente inoltre che tutto il circuito non sarà mai pieno al 100% ed inoltre vi sarà un consumo di liquido che, seppur impercettibile, sarà continuo. Ponendo gli allacci delle tubazioni al radiatore verso l’alto, rischierai di far pescare aria alla pompa, vanificando il sistema di raffreddamento. Posiziona quindi il radiatore sul fronte o retro in modo che gli allacci dei tubi partano dal basso ed arrivino al waterblock della CPU. Quest’ultimo deve essere posto leggermente al di sopra dei tubi, in modo da far sicuramente circolare il refrigerante. Assicurati quindi aver fissato correttamente le ventole ed inizia a settare la loro giusta velocità.