Come inizializzare un Hard Disk non riconosciuto

Come inizializzare un Hard Disk non riconosciuto

A seguito di una formattazione potrebbe capitare che un Hard Disk non venga riconosciuto correttamente da Windows. Si potrebbe riscontrare il medesimo problema dopo aver collegamento una chiavetta USB o, nell’ipotesi peggiore, potrebbe succedere che, dopo l’acquisto di un’SSD da dedicare a giochi e programmi, la memoria sparisca dalle risorse del computer. Esistono tool specifici per il ripristino del disco, alcuni a pagamento come è EaseUS Partition Master o altri gratuiti come Partition Logic. Nel primo caso è possibile scaricare il file .exe da installare ed avviare, nel secondo si dovrà creare un’unità avviabile con sistema operativo indipendente.

Tuttavia è possibile inizializzare un Hard Disk non riconosciuto tramite un tool gratuito già presente in Windows. Se durante una formattazione, ad esempio, hai la necessità di cancellare tutte le partizioni presenti su memorie secondarie, è possibile ripristinarle in pochi e semplici passaggi. È necessario, ad esempio, eseguire la procedura dopo la conversione dello stile di partizione in GPT, per installare Windows su sistemi basati su BIOS UEFI. Il nuovo standard, infatti, offre prestazioni nettamente superiori ai classici Hard Disk con stile di partizione in MBR e, una volta convertiti, sarà essenziale inizializzare la memoria non più riconosciuta da Windows.

L’unica accortezza che si dovrà porre, al momento del ripristino, è quella di non scollegare la memoria per evitare danneggiamenti. Per dischi connessi tramite slot M.2 o SATA3 non dovrebbero esserci complicazioni, mentre per memorie collegate tramite porta USB è necessario adottare maggior cautela.

Cosa significa inizializzare un disco?

L’inizializzazione di una memoria è quella procedura che serve per stabilire lo stile, tipo, numero e dimensioni delle partizioni di un hard disk. È fondamentale inizializzare un Hard Disk prima dell’installazione del sistema operativo, in quanto si stabilirà così lo stile di scrittura delle informazioni. Se la memoria non è interessata come Hard Disk principale, potrebbe capitare che, una volta avviato il sistema operativo, essa sparisca dalla gestione del computer. Se non appare quindi tale memoria nelle risorse del computer, dovrai procedere all’inizializzazione dell’Hard Disk.

Inizializzare manualmente un Hard Disk non riconosciuto dal sistema operativo è molto semplice e non prevede l’uso di software particolari. È possibile infatti impostare il tipo di partizione, nome e modello semplicemente da “Gestione dischi” in Windows.

Inizializzare un Hard Disk non riconosciuto da Windows

Come già abbiamo visto, dopo aver formattato un’unità è necessario impostare alcuni valori essenziali. Il problema non sussiste sulla memoria principale, in quanto, prima di installare Windows, verrà avviata l’inizializzazione automatica, mentre per Hard Disk secondari si dovrà ricorrere ad un intervento manuale:

  • Premi “Start” e scrivi “Disk manager“;
  • Nella schermata che si aprirà individua la memoria interessata;
  • Una volta identificato l’Hard Disk non inizializzato, clicca con il tasto destro del mouse sullo spazio in neretto;
  • Continua cliccando su “Nuovo volume semplice” e procedi confermando ogni passaggio;
  • Imposta il tipo di file system, il nome e la quantità di spazio da allocare alla partizione.
  • Una volta completata l’operazione, il colore dell’etichetta di riferimento all’unità varierà in blu scuro. A questo punto sarà possibile scrivere in essa i dati.

Inizializza un Hard Disk cliccando su Nuovo volume semplice...
Inizializza un Hard Disk cliccando su Nuovo volume semplice...