Come disattivare l’avvio automatico dei programmi

Come disattivare l'avvio automatico dei programmi

Se il tuo computer è particolarmente lento ed hai bisogno di ottimizzarlo, puoi dare una bella spinta a Windows disabilitando l’avvio automatico dei programmi. Assieme all’eliminazione del file di paging e alla disabilitazione degli effetti grafici, posticipare o disabilitare completamente l’esecuzione automatica dei programmi ridurrà il tempo di avvio di Windows. Procedendo verso tale ottimizzazione otterrai anche un desktop più pulito, senza tante finestre aperte già all’avvio del sistema operativo.

L’ accensione del computer infatti è sempre molto traumatica, specialmente su un hardware economico. Snellire il processo di avvio automatico dei programmi è tanto semplice quanto importante. Una buona pulizia di fondo comprende anche la gestione delle chiavi di registro, l’indicizzazione dei file in Windows ed altri approfondimenti, ma partiamo da un’ottimizzazione gestibile per qualsiasi utente.

Quando installi dei programmi è possibile che vengano abilitati i relativi avvii automatici. Seppur è molto comodo trovare tutti i programmi già operativi appena si avvia il computer, la loro partenza inficia sulle prestazioni. Se si pensa ad un avvio automatico multiplo è scontato riscontrare un forte rallentamento del sistema operativo. Quest’ultimo, inoltre, richiederà sempre più risorse per avviare programmi importanti come Microsoft Office, browser web, ecc…

Che cos'è un avvio automatico?

Per ottenere una rapida accensione del PC si può agire sulla disattivazione dell’avvio automatico di alcuni programmi che non si utilizzano o che non sempre sono necessari nell’imminente. Tramite questa procedura verranno dedicate porzioni importanti di memoria ad operazioni essenziali e verrà ottimizzata la potenza di calcolo disponibile. Driver audio e video, ad esempio, sono molto importanti ed è necessario che si avviino automaticamente, mentre si possono limitare quei software secondari come Netflix e Spotify che richiedono comunque risorse di calcolo per essere avviati. L’esecuzione di questi ultimi, difatti, non è di nostra imminente esigenza e possono essere avviati manualmente in un secondo momento.

Disattivare correttamente l'avvio automatico dei programmi

Per evitare che il sistema operativo si appesantisca, dopo aver installato tutti i programmi, è possibile limitare il loro avvio automatico:

  • Premi il tasto “start” e scrivi “msconfig” o “configurazione di sistema”;
  • Recati nella scheda “Avvio”;
  • Se utilizzi Windows 7 puoi già apprezzare la lista di tutte le attività che si avviano automaticamente, mentre se stai utilizzando Windows 10 è necessario cliccare su “Apri Gestione Attività”;
  • La lista dei vari processi è ora visibile anche su Windows 10. Per completare l’operazione ti basterà togliere la spunta su di essi (Windows 7), oppure selezionare il programma cliccandoci con il tasto destro del mouse (Windows 10), quindi procedere su “disabilita”.

Se hai eseguito correttamente la procedura, alla successiva accensione del computer verranno caricati soltanto i programmi lasciati in avvio automatico e potrai avviare quelli secondari manualmente.

Schermata di gestione attività in Windows 10
Schermata di gestione attività in Windows 10