Come creare un supporto di installazione per Windows

PlayStation 5 (499€)  - PlayStation 5 Digital (399€) 

Devi formattare il computer, ma hai un PC da Gaming o un notebook ultrapiatto? Se al tuo computer manca il lettore DVD e vuoi installare Windows, dovrai recuperare una chiavetta USB e convertirla opportunamente per creare un supporto di installazione. All’interno verranno caricati tutti i file necessari per poter installare il sistema operativo sul tuo computer ed, al termine della procedura, potrai ultimare la chiavetta USB creando sottocartelle riservate ai driver essenziali dei tuoi computer. In questo modo potrai liberare spazio sulla tua scrivania ed al contempo, racchiudere in un solo ambiente tutti i driver necessari per il corretto funzionamento dei tuoi dispositivi.

I supporti ottici stanno diventando sempre più un lontano ricordo ed anche se sono disponibili dei lettori DVD esterni da poter connettere tramite USB, il loro utilizzo viene circoscritto attorno alla parola “necessità“. Difatti sono veramente poche le volte in cui ti verrà consegnato un CD o DVD da inserire nel PC. Addirittura la pubblica amministrazione e la sezione sanitaria si stanno sempre più spostando sull’archiviazione di documenti e referti nei cloud online riservati. Nelle mura domestiche? È consuetudine accedere a materiale multimediale tramite piattaforme di streaming o, meglio ancora, è sempre più in uso la creazione di uno “Spotify” gratuito riservato alla famiglia. Ne consegue la mancata necessità di dover leggere dati scritti su DVD e, di conseguenza, si sta evitando l’installazione dei relativi lettori all’interno dei PC.

Tuttavia ti consiglio sempre di tenere a portata di mano un lettore DVD esterno da poter collegare al PC tramite porta USB. È difatti proprio nel momento del bisogno che ci accorgiamo del deficit e, in molti casi, ci ritroviamo a dover mendicare un qualsiasi lettore ottico. L’acquisto di questo accessorio, in molti casi, non velocizza l’installazione del sistema operativo. Difatti, se hai un PC con BIOS UEFI, dovrai comunque creare un supporto di installazione per Windows dedicato.

Valutare l'architettura

Come prima cosa dovrai capire se il PC al quale dovrai installare Windows lavorerà in ambiente UEFI o BIOS Legacy. Nel caso in cui tu debba eseguire una formattazione, prima di procedere, ti consiglio di verificare l’ambiente di lavoro. Se invece stai installando Windows per la prima volta su un PC assemblato con recenti componenti hardware, avrai sicuramente bisogno di creare un supporto di installazione per Windows in modalità UEFI. In quest’ultimo caso e, se devi generalmente installare Windows in un sistema con BIOS UEFI, dovrai impostare dei parametri specifici sulla scheda madre. È essenziale capire l’ambiente in cui il PC lavorerà, difatti non sarà possibile installare Windows su ambiente Legacy se il supporto di installazione è stato creato per UEFI e viceversa.

Creare un supporto di installazione USB per Windows

Per riuscire a creare un supporto di installazione USB per Windows avrai bisogno di:

Una volta ottenuto tutto l’occorrente non ti resta che collegare la chiavetta USB al computer e procedere all’installazione di RUFUS. Al termine avvia il programma e procedi in questo modo:
  • Controlla che su “Dispositivo/unità” sia selezionata la pennetta USB;
  • Clicca su “Seleziona” e controlla se “Opzioni immagine” sia impostato su “Installazione Windows standard”.

A questo punto, per creare un supporto idoneo ad un ambiente di lavoro in BIOS UEFI, dovrai selezionare “Schema partizione: GPT” “Sistema destinazione: UEFI (non CSM)” dal menù sottostante.

Impostazioni essenziali di RUFUS
Impostazioni di RUFUS per un supporto di installazione Windows USB per ambiente UEFI