Vai al contenuto

Come collegare un secondo monitor al computer portatile

Come collegare un secondo monitor al computer portatile

Fermati! Vuoi collegare un secondo monitor al computer portatile? Fallo nel modo corretto! Non basta collegare gli estremi di un cavo HDMI o DisplayPort qualsiasi per ottenere subito il miglior risultato in termini di nitidezza e dettagli d’immagine. Prima di tutto, come abbiamo visto nell’articolo su come collegare correttamente uno o più monitor al PC, esistono vari tipi di cavi HDMI e DisplayPort con relativi standard VESA. Non ti ripeterò le informazioni che puoi trovare in tale articolo, quanto mi premerebbe consigliarti un paio di modi per ottenere i migliori risultati collegando un secondo monitor al computer portatile. Situazione necessaria, ad esempio, se fai live su Twitch, Facebook o Youtube, proiettando il gioco sul display del PC e seguendo la chat tramite il secondo monitor od in ufficio per clonare il desktop del PC proiettandolo su più schermi.

Quali monitor puoi collegare al tuo notebook? Dipende dalle uscite del PC, dagli ingressi del monitor e dagli adattatori/cavi che puoi procurarti! Ad esempio, se il tuo notebook è equipaggiato esclusivamente con una porta mini-HDMI ed hai un monitor con una porta HDMI classica, per ottenere le migliori prestazioni, dovrai collegare un secondo monitor al computer portatile tramite un cavo mini-HDMI to HDMI od apposito adattatore. Ti consiglio di dare preferenza ai cavi con gli appositi connettori piuttosto che agli adattatori. Confronta quindi le porte del tuo notebook/monitor e scegli il cavo giusto scegliendo tra:

Connettori Video Output - HDMI, DisplayPort, mini-HDMI, mini-DP, DVI, VGA

Collegare un secondo monitor wireless al computer portatile

Puoi estendere o duplicare il desktop del tuo notebook o computer fisso anche senza cavi ed adattatori. Puoi ad esempio connettere una smart-TV al PC per giocare con display più grandi o per migliorare la produttività lavorativa. Per farlo non dovrai scaricare nessun software particolare o di terze parti, ti basterà effettuare un paio di operazioni direttamente su Windows.

Connettere un monitor wireless

Dalla versione 8.1, infatti, è possibile utilizzare qualsiasi schermo wireless direttamente dalle impostazioni di Windows, o meglio, dalla barra dello start. Clicca quindi sull’iconcina delle notifiche in basso a destra, quindi clicca in basso su “Espandi”, se non vengono visualizzate tutte le opzioni, ora su “Proietta”. Di seguito verranno visualizzati tutti i dispositivi presenti e connessi alla rete wireless. Potrai quindi collegare un secondo monitor wireless al computer portatile semplicemente selezionandolo e decidendo se effettuare una clonazione di tutto ciò che stai vedendo od ampliare il desktop del PC.

Ottimizzare il secondo monitor

Dopo aver collegato il secondo monitor al computer portatile, verifica se è stato rilevato correttamente e se la velocità di aggiornamento sia stata impostata correttamente. Per farlo accedi al pannello di controllo della tua scheda Nvidia / AMD / Intel, quindi scorri tra i menù fino a trovare la voce correlata. Seleziona a questo punto la frequenza di aggiornamento più elevata.

Ora, se hai collegato un monitor che supporta il G-SYNC o V-SYNC, spostati nella schermata apposita e verifica che tale tecnologia sia disponibile anche per i programmi che non vengono mostrati a schermo intero. Tale opzione tornerà utile specialmente se vorrai giocare con il secondo monitor e, in relazione a tale opzione, spostati ora nella sezione di gestione dedicata alle impostazioni 3D. Su schede Nvidia, verifica che la voce relativa a “Mod. bassa latenza” sia impostata su “Ultra” e che quella della “gestione dell’alimentazione” sia definita come “Preferisci le prestazioni massime.”