Come scaricare file .apk da Google Play ed installarli su vecchi smartphone

Come scaricare file .apk da Google Play ed installarli su vecchi smartphone

Ti è mai capitato che lo smartphone risulti all’improvviso incompatibile con alcune applicazioni? Magari è vecchio e vorresti riciclarlo? Sapevi che puoi scaricare file .apk da Google Play ed installarli su qualsiasi vecchio dispositivo? Ottimo stratagemma per dare nuova vita a smartphone o tablet obsoleti, ma comunque funzionanti!non più supportati o con versioni di Android obsolete. Suggerimento validissimo anche per chi ha acquistato uno smartphone in sconto Xiaomi o Huawei o tablet Amazon Fire e non si ritrova lo store ufficiale di Google.

1. Cosa sono i file .apk?

Il termine .apk indica l’estensione di tutte le applicazioni compatibili con il sistema operativo Android. Tale estensione corrisponde in sostanza agli eseguibili .exe per Windows ed una volta caricati sul Play Store ufficiale sono disponibili agli utenti tramite il relativo tasto “download”. In realtà di Store .apk ne esistono diversi tipi, ma si consiglia di rimanere sempre sull’ufficiale Google Play per non rischiare di intaccare il livello di sicurezza del sistema operativo ed evitare che qualche brutto virus circoli nel device!

Lista delle applicazioni in un dispositivo Android
Lista delle applicazioni in un dispositivo Android

2. Smartphone cinesi e senza Google Play? Niente paura

Sono sempre in aumento le case produttrici di smartphone cinesi. Alcuni modelli di Huawei, ad esempio e Xiaomi, per la maggior parte, ad esempio non integrano di base lo Store ufficiale Google Play. Tuttavia puoi effettuare il download delle applicazioni sui relativi Store già presenti nello smartphone, ma come fare se alcune applicazioni non sono reperibili? Solitamente si tratta di giochi poco conosciuti o chat non in voga, ma rimane non piacevole il fatto di non potervi effettuare l’accesso perché non presenti in catalogo. In questo caso è possibile scaricare i file .apk dallo Store ufficiale ed installarli successivamente sugli smartphone di destinazione. Così facendo oltrepasserai addirittura l’ostacolo di dover installare Google Play Store sul tuo smartphone recuperando direttamente il file .apk con un piccolo tool.

Huawei non integregra più Google Play Store nei suoi device. È possibile installarlo successivamente, ma scaricando i file .apk è possibile sorpassare la procedura
Huawei non integregra più Google Play Store nei suoi device. È possibile installarlo successivamente, ma scaricando i file .apk è possibile sorpassare la procedura

3. Procedure preliminari per installare manualmente i file .apk su Android

Android è un sistema veramente versatile ed utilizzato da più di 2,5 miliardi di utenti in tutto il mondo. È un sistema aperto, difatti ogni sviluppatore ne può modificare il codice sorgente o creare qualsiasi contenuto personalizzato. Tuttavia non tutti gli smartphone hanno Google Play Store già preinstallato e le procedure per aggiungerlo sono a volte scoccianti. 

Esiste un metodo per installare direttamente i file .apk scaricati dallo Store ufficiale Google Play sorpassando ogni protezione o step intermedio. Tuttavia per poter ospitare file .apk esterni dovrai sbloccare una determinata opzione nel tuo smartphone di destinazione e precisamente:

  • Entra nelle impostazioni dello smartphone o tablet;
  • Vai nella sezione riservata alla sicurezza;
  • Individua la voce “installa app sconosciute” o “installa le app da fonti esterne”.

Ecco fatto, ora il tuo dispositivo è pronto per ricevere file .apk esterni.

Installazione di applicazioni sconosciute su Android
Installazione di applicazioni sconosciute su Android

4. Come scaricare file .apk da Google Play

Per poter scaricare le applicazioni su file .apk direttamente dallo Store Google Play procedi in questo modo:

  • Scarica ed installa il plugin APK Downloader per Chrome
  • Attiva l’estensione tramite l’apposito PupUp
  • Accedi ora a Google Play
  • Cerca l’app da scaricare
  • Copia l’indirizzo URL
  • Clicca sull’icona di APK Downloader
  • Incolla l’URL dell’app da scaricare
  • Clicca su Download APK
Generatore di link per il download di file .apk da Google Play Store
Generatore di link per il download di file .apk da Google Play Store

5. Passare i file dal PC ai vari dispositivi

Scaricare i relativi file .apk dal Play Store è molto semplice, ti basterà salvarli poi in un cloud preimpostato e scaricarli sul dispositivo di destinazione. In alternativa potresti utilizzare una pennetta USB to USB Type-C ed installarli sui vari dispositivi se i vari device hanno una porta appunto USB Type-C oppure una USB to Micro USB se hai tale porta su smartphone e tablet.

Pennetta USB TypeC San Disk
Pennetta USB TypeC San Disk

2. Android e gli aggiornamenti "fastidiosi"

Dopo aver acquistato il nuovo smartphone non vediamo l’ora che venga aggiornato e ci rammarichiamo se dopo qualche anno non dovesse più essere supportato. Solitamente la frequenza di aggiornamenti varia da qualche settimana a diversi mesi e, se acquistato un top di gamma, tale procedura rimarrà per circa 2 – 4 anni.

Che cosa succede allo scadere del periodo di aggiornamento? Il telefono lavorerà normalmente così come abbiamo sempre fatto. Potremmo scattare foto, parlare con i nostri amici, leggere email e navigare su internet. Tuttavia non verranno implementate nuove feature, gesture originali ed il sistema di sicurezza rimarrà obsoleto. Questo non deve spingerti a cambiare telefono se ti trovi bene con il tuo dispositivo, ma se dovessero passare diversi anni ti potresti ritrovare con versioni molto vecchie di Android. 

Gli aggiornamenti delle applicazioni sono invece costanti e vanno spesso di pari passo con la versione di Android appena uscita od obsoleta di 4 o 5 anni. Telefoni così “vecchi” tuttavia sono ancora riutilizzabili come ottimi supporti smart, ancora utili per leggere e-book e compiere tante altre funzioni!